Itinerario

Firenze

Firenze - 1

Dalla terrazza del  Piazzale Michelangelo e della Chiesa di San Miniato al Monte è possibile ammirare Firenze, un museo a cielo aperto.

La città è attraversata dal fiume Arno e costeggiata dai lungarni uniti da ponti unici, tra cui il romantico Ponte Vecchio.

Passeggiate per le strade del centro storico dove incontrerete tesori artistici custoditi in palazzi musei e chiese e scoprirete tesori come la  Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Battistero, la Galleria degli Uffizi, il Bargello  e la Galleria dell’accademia.

Da non perdere le Chiese di Santa Maria Novella e Santa Croce, magnifiche chiese-museo ricche di opere d’arte, Palazzo Pitti con i suoi musei ed il giardino di Boboli.

Un luogo unico da vivere: l’Oltrarno. Caratteristico quartiere all’insegna della tipicità fiorentina:  botteghe artigiane, trattorie tipiche e buon vino.

Punti di interesse

Piazza del Duomo

- la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, iniziata da Arnolfo di Cambio nel 1296, e coronata solo nel 1436 dal capolavoro di Filippo Brunelleschi;
- la Cupola, simbolo di Firenze dalla quale si gode un fantastico panorama sulla città oltre che sull’interno della Cattedrale;
- il campanile di Giotto, slanciato nei suoi cromatismi, altro punto panoramico della città;
- il Battistero di San Giovanni, in stile romanico, ornato da porte in bronzo di Ghiberti e Andrea Pisano.

Piazza della Signoria

- Palazzo della Signoria o Palazzo Vecchio costruito alla fine del 1200 con la sua torre merlata, è la sede del Comune di Firenze oltre che museo. Nel cortile interno puoi ammirare la fontana con il putto di Verrocchio e gli affreschi di Vasari.
- Loggia dei Lanzi, trecentesca, espone statue famosissime come Perseo di Benvenuto Cellini o il Ratto delle Sabine di Giambologna.
- Fontana dell’Ammannati detta anche ironicamente “Il Biancone”.

Uffizi

Progettati da Vasari nel 16° secolo come sede della Cancelleria Medicea, ed ora museo.
La Galleria degli Uffizi è una delle maggiori raccolte artistiche del Mondo.          

Ponte Vecchio

E' il simbolo della città, ha resistito alle distruzioni belliche e alle piene del fiume Arno è dal 1500 la sede di botteghe e laboratori degli orafi.

Piazza Pitti

E' dominata dalla facciata del maestoso Palazzo omonimo di origine quattrocentesca, sede di numerosi musei e arricchito di un meraviglioso parco, il Giardino di Boboli.

Piazza Santa Maria Novella

Qui si trova la chiesa duecentesca, appartenente all'ordine domenicano, con un elegante facciata in marmi bianchi e verdi progettata da Leon Battista Alberti.

Piazza di San Lorenzo

- Basilica di San Lorenzo progettata da Filippo Brunelleschi esempio purissimo di architettura rinascimentale. La facciata è rimasta incompiuta mentre all’interno ci sono numerosi capolavori di pittura.
- Sagrestia Vecchia ha pianta quadrata opera di Brunelleschi
- Sagrestia Nuova di Michelangelo (1524) cappella funeraria della famiglia dei Medici. Insieme alla Cappella dei Principi (barocca) costituiscono il Museo delle Cappelle Medicee.
- Biblioteca Medicea Laurenziana, ad opera di Michelangelo, voluta dalla famiglia Medici per custodire il proprio tesori di papiri, manoscritti e volumi

Piazza Santa Croce

- Basilica di Santa Croce dell’ordine francescano, eretta tra la fine del ‘200 e il ‘300. La facciata è ottocentesca ma l’interno gotico è un luogo memorabile per gli affreschi di Giotto e un vero e proprio Pantheon delle glorie italiane.
- Museo dell’Opera di Santa Croce: Cappella dei Pazzi di Brunelleschi, crocifisso di Cimabue.

Chiesa di Orsanmichele

Nel 1290 Arnolfo di Cambio eresse una loggia che era destinata al commercio del grano. Dopo l’incendio del 1304 fu ricostruita ancora più grande ed il vecchio edificio venne innalzato di 2 piani. Alla fine del quindicesimo secolo il mercato venne spostato e l'edificio venne trasformato in chiesa che mantenne così quella forma insolita per gli edifici religiosi con pianta rettangolare.

Fontana del Porcellino

La fontana è situata a margine della loggia del Mercato Nuovo è una copia di Pietro Tacca dell’originale marmoreo, che oggi si trova agli Uffizi, che papa Pio IV donò a Cosimo I nel 1560. La tradizione racconta che mettere una monetina in bocca al Porcellino dopo averne strofinato il naso, se la monetina cadendo oltrepassa la grata dove cade l'acqua porterà fortuna, altrimenti no. Un'altra curiosità del luogo è la cosiddetta “Pietra dello scandalo”, un tondo marmoreo bicolore bianco e verde, posto al centro della loggia. Questa pietra segnava il punto dove venivano puniti i debitori insolventi nella Firenze rinascimentale. La punizione consisteva nell'incatenare i condannati e una volta calate le braghe ne venivano battute le natiche ripetutamente sulla detta pietra

Corridoio Vasariano

Si tratta di un percorso sopraelevato lungo più di un chilometro, che collega Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti passando attraverso la Galleria degli Uffizi. Fu realizzato per iniziativa del granduca Cosimo I nel 1565 in occasione del matrimonio del figlio Francesco con Giovanna d'Austria, per opera di Giorgio Vasari, l'architetto degli Uffizi. Questa straordinaria via aerea era stata pensata per consentire ai Granduchi di muoversi in sicurezza, senza bisogno di scorte, dalla loro residenza privata al palazzo del governo e costituiva un motivo di prestigio per i Medici.

Parco delle Cascine

Il Parco delle Cascine è il polmone verde della città, a due passi dal centro. Il più ampio parco pubblico di Firenze con una superficie di oltre 130 ettari che corre parallela al fiume Arno.Caratterizzato da una ricca vegetazione, da vasti prati, viali e vialetti, è il luogo ideale dove praticare sport (liberamente o avvalendosi dei numerosi impianti attrezzati) o trascorrere il tempo libero godendo della natura e della quiete dell'area."Le Cascine" sono anche luogo di mercato (tutti i martedì mattina), sede di eventi (manifestazioni culturali e fieristiche) e tanto altro ancora.

Fortezza da Basso

Capolavoro dell’ architettura militare del Rinascimento, progettata da Antonio da Sangallo il Giovane su incarico di Alessandro de’ Medici e realizzata tra il1534 ed il 1537. E’ dal 1967 la principale struttura del polo fieristico di Firenze ubicata in posizione strategica nel centro storico della città sede di congressi e fiere.

Piazza San Marco

- Chiesa di San Marco - Convento di San Marco fu un vero centro intellettuale della città: Cosimo Il Vecchio investi in opere di ampliamento e abbellimento.
- Museo di San Marco (ospitato nel Convento) ricco di affreschi rinascimentali del Beato Angelico.
- Galleria dell’Accademia: uno dei musei più visati di Firenze per la presenza del celebre David di Michelangelo.   

Piazza Santissima Annunziata

- Spedale degli Innocenti opera architettonica del Brunelleschi. Lo Spedale, nato per accogliere l’infanzia abbandonata già nel 1440, ospita un museo (anche per bambini) e ambienti molto interessanti.
-  Chiesa Santissima Annunziata risale alla metà del 200 per l’Ordine Dei Servi Di Maria; all’interno affreschi di Andrea del Sarto, Franciabigio, Pontormo e Rosso Fiorentino.
-  Museo Archeologico: un sito importantissimo per le raccolte etrusche, romane ed anche egizie.

Piazzale Michelangelo

Ampia terrazza dalla quale si ammira una delle più belle vedute sulla città. Al centro il Monumento a Michelangelo (1875) con riproduzioni in bronzo delle quattro statue raffiguranti il giorno, la notte, l’aurora e il crepuscolo, dominate dal David.

Chiesa di San Miniato al Monte

Basilica romanica con facciata in marmo bianca e verde è tipicamente fiorentina.

Forte di Belvedere

Progettato da Buontalenti nell’ultimo decennio del cinquecento, è una villa fortificata in posizione sopraelevata sulla città: da qui si gode una delle migliori viste su Firenze.

Via Tornabuoni

E' la strada più elegante della città sulla quale affaccia il cubo del grande Palazzo Strozzi uno dei più significativi edifici  rinascimentali di Firenze, sede di mostre d’arte, mentre il Palazzo ha un ampio e maestoso cortile sempre aperto.

Piazza della Repubblica

Cuore della città a tempo della sua fondazione, a opera dei romani; l’attuale piazza è frutto dell’assetto ottocentesco.

Palazzo Medici Riccardi

Commissionato da Cosimo Il Vecchio de’ Medici a Michelozzo verso la metà del ‘400, sede della Cappella affrescata da Benozzo Gozzoli.

Piazza Santo Spirito

Una delle poche piazze alberate in città, è contornata da bei palazzi e dalla chiesa progettata da Filippo Brunelleschi nel 1444.

Piazza del Carmine

Nel complesso di Santa Maria del Carmine Masaccio affrescò la Cappella Brancacci.

Piazza della Passera

E' uno dei luoghi più vivaci e caratteristici dell'Oltrarno, ricco di ristoranti, attività, movida e fascino storico.

Condividi l'itinerario sui social

Prenota ora

Data di arrivo

Data di partenza

Numero ospiti

Non perdere le nostre offerte

Iscriviti subito alla newsletter